Valle del Centa: Albenga

Albenga  nota come "la città delle Torri", Albenga è un centro preromano ricco di storia e di cultura. Nel 180 a.C. i Romani colonizzano la regine già degli Ingauni e costruirono un castrum militare che progressivamente si trasforma in una città romana chiamata Albingaunum. e diventa una città fiorente e sicura. Tale prosperità è attestata da numerosi reperti archeologici: terme, anfiteatro, acquedotto e tombe patrizie costruite lungo la via Iulia Augusta visitabili tutt'ora, un vero museo a cielo aperto che ancora oggi accoglie il visitatore curioso e avido di storia. Nel 414 Flavio Costanzo, marito di Galla Placidia, di passaggio per una spedizione in Gallia, decreta la ricostruzione della città: vengono riedificate le mura, i principali edifici cittadini e le prime strutture cristiane, la Cattedrale e il battistero. Quest'ultimo situato nel cuore del centro storico è considerato uno dei monumenti paleocristiani più noti e conosciuti dell'Italia settentrionale; ancora oggi si può visitare e di fronte all'ingresso, si può ammirare una splendida decorazione a mosaico databile al VI secolo di grande interesse artistico e molto ben conservato.
Il clima della piana è mite tutto l'anno e consente la coltivazione di margherite, erbe aromatiche, lavanda e piante perenni. Oltre alla floricoltura che esporta milioni di fiori, Albenga vanta un'agricoltura specializzata imperniata su 4 prodotti tipici: il carciofo spinoso, la zucchina trombetta, il pomodoro cuore di bue e l'asparago violetto ( ora presidio slow food). Dalle eccellenze del territorio alla bellezza delle spiagge, passando per l'unicità del patrimonio storico, artistico, architettonico e culturale, Albenga può vantare un'offerta turistica, capace di soddisfare ogni tipo di utente.

https://www.comune.albenga.sv.it